25 novembre, NoiNo.org riprende la parola.

di redazione di NoiNo.org

25 novembre, NoiNo.org riprende la parola.

Nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, il nostro progetto torna a dare voce a chi ha molto da dire sugli stereotipi di genere, il sessismo e la misoginia in rete. Mercoledì 25 novembre 2020, circa 70 studenti e studentesse delle scuole superiori di Bologna e Imola parteciperanno a distanza al laboratorio teatrale interattivo sulla violenza nelle relazioni della compagnia Parteciparte: un evento assolutamente sperimentale che inaugura la nuova edizione di NoiNo.org. Il ciclo di laboratori educativi, incontri di formazione e campagne di sensibilizzazione, nato nel 2012 per iniziativa della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, è realizzato come sempre dalla rete di associazioni Attraverso lo Specchio: nella nostra gallery video trovate le testimonianze di Cristina Gamberi dell'associazione Il Progetto Alice (capofila della rete) e quella di Olivier Malcor di Parteciparte.

Prendiamo la parola contro la violenza sulle donne è il titolo che accompagna le tante le azioni in programma, in un lungo arco di tempo che terminerà nel giugno 2022, insieme al prossimo anno scolastico: la scuola o meglio la relazione educativa è di nuovo al centro del progetto. Non a caso il nuovo ciclo di NoiNo.org debutta proprio con l'evento speciale dedicato ai ragazzi e alle ragazze di tre classi terze dell'istituto tecnico Aldini Valeriani di Bologna e del liceo Alessandro da Imola. Insieme a loro, Olivier e Claudia di Parteciparte si lanceranno in una sfida del tutto nuova: portare nel mondo virtuale della didattica a distanza il teatro forum, l'interazione tra attori e spettatori che finora avevamo sperimentato solo negli eventi in presenza (come quello che vedete qui). 

Gli sconvolgimenti causati dall'epidemia di Covid19 al mondo della scuola non potevano non riflettersi anche sul nostro progetto. E non solo per quanto riguarda gli eventi. Lo spostamento verso relazioni umane sempre più digitali hanno portato NoiNo.org ad approfondire la riflessione sulla violenza di genere in rete.

Il revenge porn, il sexting, i discorsi d'odio e tutte le altre forme di cyberbullismo e violenza agite tramite i social network e le piattaforme digitali colpiscono soprattutto le ragazze, e chiunque non rientri in una presunta norma sugli orientamenti sessuali e i ruoli di genere. Così la formazione su questi temi è diventata più presente nel programma educativo del progetto NoiNo.org: 18 laboratori esperienziali con ragazze e ragazzi, e altrettanti incontri di formazione con gli adulti attivi nelle realtà educative, tutti condotti dalle nove associazioni della rete Attraverso lo Specchio.

Alle attività sul territorio si accompagnano le azioni di comunicazione, come sempre a cura di Studio Talpa e Comunicattive e dell'ufficio comunicazione della Fondazione del Monte: NoiNo.org ha rinnovato il sito (visto?), riprende le pubblicazioni sul blog e sulla sua seguitissima pagina Facebook, con una nuova campagna che vuole coinvolgere il pubblico più ampio possibile. 

In un momento di incertezze e trasformazioni come questo, tutte le persone coinvolte in un percorso educativo si chiedono come affrontare il fenomeno della violenza di genere, in classe o in famiglia, in modo coinvolgente ma non superficiale.

NoiNo.org vuole intercettare questa domanda, offrendo risposte a docenti, educatori ed educatrici e genitoriinformazioni affidabili e strumenti utili, derivati dall'esperienza diretta di chi, da anni, affronta questi temi insieme alle ragazze e ai ragazzi. Ora sta a voi prendere la parola! Aspettiamo i vostri commenti su Facebook e sul blog.



0 Commenti


nessun commento per questo post


lascia un commento




Comunicazione: Studio Talpa | Comunicattive